autoritrattoGianni Brunacci è un giornalista, scrittore e fotografo in Arezzo, città della Toscana dove vive e lavora.
La sua passione per la fotografia risale agli anni ottanta, quando ha cominciato a scattare le prime immagini con la mitica Olympus XA. Passando poi per la altrettanto osannata Pentax K1000, è approdato in casa Canon con la EOS 1000FN, una 35 mm costruita in plastica leggera, ma dalle prestazioni ancora oggi apprezzabilissime.

Nel corso degli anni ha perfezionato la propria tecnica divorando un numero spropositato di manuali, riviste di settore e libri fotografici, ma soprattutto attraverso la pratica sul campo affinata durante gli innumerevoli viaggi.

Negli anni 2000 ha abbandonato temporaneamente la pellicola per avvicinarsi alla fotografia digitale, dapprima con una EOS 1000, poi con la EOS 7D e l'immensa (a condizione che non le si chieda una grande velocità d'azione) 5D Mark II.

Ha frequentato vari stage e workshop e pian piano ha acquisito un notevole eclettismo che, insieme all'attività giornalistica e letteraria, gli ha permesso di riuscire a comunicare attraverso le immagini il proprio sentire. Brunacci è un fotografo di luoghi e persone (ritratte nei loro ambienti) che predilige le situazioni nelle quali l'uomo e la natura hanno cooperato dando vita ad ambienti rurali o cittadini ricchi di storia, di vita e di poesia. "Il carattere di un luogo deriva dall'opera congiunta dell'uomo e della natura" è la frase che meglio rappresenta le sue performance fotografiche più riuscite.

Autore, tra l'altro, di romanzi e racconti, ha pubblicato con vari editori una decina di titoli tra cui i vari "Il verso delle Allodole", "La Maledizione dei Cerchiai", "Canonica Assenza Perpetua", "Rodolfo Durante in arte Manolo", "Arezzo 1353 - La Cittadella Scomparsa" (autore delle immagini), "Il Duomo di Arezzo"(immagini).

Sta lavorando alla pubblicazione dei volumi "Le antiche pievi del territorio aretino" per conto della Provincia di Arezzo, e "Ritratto di Arezzo, cuore d'Italia", un libro quasi esclusivamente fotografico.

Quello che segue è un elenco degli strumenti tecnici che accompagnano Brunacci durante le sue uscite.

Corpi macchina digitali:

- reflex full frame Canon EOS 6D
- reflex APSC Canon EOS 600D
- CSC APSC Fuji XE1

Analogiche medio formato

- telemetro a ottiche intercambiabili - Mamiya 7 (6x7)
- folder telemetro a obiettivo fisso - Zeiss Ikon Super Ikonta 532/16 (6x6)

Analogiche 35mm

- reflex Pentax K1000
- telemetro a obiettivo fisso Canonet QL17 GIII

analogiche per lomography

- Olympus XA
- Fujinon MA1

Istantanee

- Fuji Instax 210